5 cose da sapere prima di comprare gli infissi: cosa sono i serramenti a basso emissivo e taglio termico

20 Giu 5 cose da sapere prima di comprare gli infissi: cosa sono i serramenti a basso emissivo e taglio termico

Per finestre e porte finestre certo anche l’occhio vuole la sua parte, ma attenzione: l’estetica non basta. Sia che decidiate di acquistare una casa nuova in una prestigiosa classe energetica, la “A”, o di sostituire i vostri vecchi serramenti con quelli di nuova generazione, occorre sapere che dietro al vetro e alla sua bella cornice c’è molto più che una bella resa. Occorrono calcoli, i giusti termini e… un accendino. Come? Ecco 5 cose da sapere prima di comprare gli infissi.

1. Come capire se le finestre sono di qualità

I serramenti sono una parte fondamentale della tua casa. Non solo perché la rendono bella e luminosa, ma soprattutto perché se non sono stati scelti e posati a regola d’arte rischiano di provocare dispersioni di calore. Non si tratta solo del classico “spiffero” d’aria: anche il corpo della finestra può non isolare adeguatamente la casa. E, quindi, causare uno spreco energetico e di conseguenza economico. Senza contare l’inquinamento acustico: sarà certo capitato anche a voi di sentire proprietari di casa che si lamentano per i rumori provenienti dall’esterno che impediscono tranquillità e riposo. E in una grande città come Milano non ce lo si può certo permettere. Materiali, spessore del vetro, numero delle camere d’aria e qualità delle guarnizioni: sono queste le caratteristiche di un buon serramento. Per capire quanto i tuoi infissi disperdano energia, inoltre, occorre calcolare la cosiddetta “transmittanza termica”.

2. Cos’è la transmittanza termica

L’ingegner Ignazio Sciara, che ha collaborato alla progettazione degli impianti delle nuove case in vendita in via Breme a Milano, sottolinea quanto la transmittanza termica sia importante. Di cosa si tratta? La transmittanza termica è il flusso di calore medio che passa per metro quadrato di superficie attraverso una struttura che delimita due ambienti a temperatura diversa. Per esempio, da un ambiente non riscaldato, o riscaldato dall’esterno. E’ questa la definizione che ne dà Enea, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile. Affinché la dispersione di calore sia ridotta al minimo, bisogna quindi che tutto ciò che compone l’involucro edilizio abbia un basso valore di questo flusso di calore. Per le porte-finestre e le finestre, il calcolo è complesso, e lo potete – se volete – trovare ad esempio in questo documento. Per i non-tecnici, basterà forse però sapere che concorrono alla transmittanza del serramento sia il telaio che la vetrata, oltre che un distanziatore, applicato lungo il perimetro visibile della vetrata. 

3. Quanto puoi risparmiare con infissi di nuova generazione

La tua nuova casa in classe energetica A a Milano, Residenza Breme, è costruita secondo questi dettami, e quindi acquistando l’abitazione, farai fin dal primo giorno i conti con i risparmi in bolletta. Fare un investimento su finestre e porte ad alta conservazione termica permette infatti di ridurre sensibilmente i consumi mantenendo comfort e calore all’interno dell’abitazione. Altroconsumo ha stimato che grazie alla sostituzione dei vecchi infissi con una vetrocamera di nuova generazione, ad esempio i serramenti in lvc con doppi vetri basso emissivi, si può risparmiare fino al 15% in bolletta. Noi di Residenza Breme abbiamo fatto i calcoli. Se vivi in 100 metri quadrati in classe A a Milano puoi risparmiare 2.700 euro ogni anno, rispetto ai costi in bolletta di chi abita in un appartamento degli stessi metri ma con certificazione energetica G. Come abbiamo spiegato in questo video:

4. Cosa sono i serramenti a basso emissivo e taglio termico 

Questo risparmio, quindi, è uno dei grandi vantaggi dell’acquisto di una casa dotata delle tecnologie all’avanguardia. E i serramenti, come abbiamo spiegato, svolgono una funzione molto importante nel conto totale. Quelli che gli esperti hanno scelto per la tua nuova casa in vendita a Milano, in via Breme 44, sono serramenti a basso emissivo e taglio termico. Cosa significa?  Il vetro cosiddetto “basso emissivo” è un vetro che isola, costituito da due o più lastre distanziate, così che il calore d’inverno, o il fresco d’estate, non venga disperso all’esterno.  Contiene quindi ogni spreco, e allo stesso tempo lascia passare l’energia solare. Il taglio termico è una parte di materiale isolante che viene inserito nel serramento e che taglia il passaggio del freddo di inverno e del caldo in estate, dall’esterno. Maggiore sarà lo spessore del taglio termico e migliore sarà la qualità del vostro serramento.

5. Il test di verifica: il vetro è basso emissivo? Basta un accendino 

Certo, esiste la certificazione che attesta che tutto è in regola (pretendetela sempre), ma chi è del mestiere lo sa: il modo più semplice di verificare se un vetro è basso emissivo è avvicinargli la fiamma di un accendino. Proprio così. Se non fumate, basterà un fiammifero da cucina. Di che colore sono le fiamme riflesse? Dal momento che i vetri all’interno della finestra sono più di uno, vedremo più di una fiamma. Se una o più sono di colore violaceo, significa che il vetro della vostra finestra è stato trattato nel modo corretto. Se invece le tre fiamme sono tutte uguali, qualcosa non va. 

Contatta Residenza Breme 44 per maggiori informazioni

02 4044505